musica

Largo al borghese della città (lallarallà)

Le opere liriche sono racconti di personaggi, luoghi, oltre che brani musicali. Anche il libretto de Il barbiere di Siviglia, rappresentato in questi giorni alla Scala e seguito tra poche settimane da Le nozze di Figaro, fa trasparire alcuni aspetti della società di due secoli fa, comprensibili e interessanti anche per gli spettatori di oggi.
Leggi ...Largo al borghese della città (lallarallà)

Il dono di Bill

In occasione di un anniversario importante, mi regalo – e voglio regalare anche a voi - la recente scoperta di un brano che mi ha fatto letteralmente meravigliare per la sua densità di significato e musicale; e anche per come è arrivato a me, inaspettato. Come un regalo, appunto. Molto più di un regalo.
Leggi ...Il dono di Bill

Battiato «nelle zone più alte» [O novo canto #03]

‘Coccodrilli’ per Franco Battiato ne abbiamo letti in abbondanza, dopo la sua scomparsa il 18 maggio 2021. Non biasimo chi non avesse voglia di affrontarne un altro, ma non voglio rinunciare a ricordarlo in questa minuscola rubrica, come in una chiacchierata informale. Per me l’incontro con la sua musica fu il dono di un amico (un evangelist si direbbe oggi, e forse con ragione)...
Leggi ...Battiato «nelle zone più alte» [O novo canto #03]

Vocalmente umani [O novo canto #02]

Fonazione
Molta della musica strumentale che ascoltiamo in serie e trasmissioni televisive, videogiochi e altri prodotti multimediali è frutto di sintesi o manipolazione digitale: nessuna orchestra reale, nessuno strumento fatto di legno o metallo l’ha mai suonata. L’effetto è ormai così realistico che non ce ne accorgiamo. Ma la voce? Unica e irripetibile o virtualmente sintetizzabile? Sulle note di un grande tenore, un invito a rimanere «vocalmente umani».
Leggi ...Vocalmente umani [O novo canto #02]